ITA | ENG

PER MARE
Qua, in Gallura, sulle Bocche, é il vento di maestrale che giocherà sulla decisione finale della vostra giornata sia che decidiate di trascorrerla in spiaggia o di praticare qualsiasi attività in mare. La posizione privilegiata del b&B comunque, esattamente a nord dell’isola, vi offre infinite possibilità.
A voi la scelta!!! tra il lato ovest e il lato est, dalla sabbia bianchissima di rena maiore con i cavalloni giganti quando soffia ponente forte, fino alle dune di sabbia della famosa isola dei gabbiani, paradiso dei surfisti. In mezzo un infinita varietà, rocce, sabbia, spiagge più o meno affollate, con o senza baretto. Se poi volete raggiungere comodamente il sud della Corsica o l’isola di La Maddalena e Caprera, da Santa Teresa e da Palau, potete prendere il traghetto. Anche la Costa Smeralda non è poi così distante... Comunque i proprietari, frequentatori e conoscitori esperti del luogo, saranno sempre contenti di fornirvi informazioni e consigli preziosi soddisfacendo così le vostre esigenze.

Attività sportive
Il vento non manca mai e allora perché non sfruttarlo? Vi annoiate a prendere il sole!
Andiamo a Porto Pollo, qua troviamo lo Sporting Club Sardinia, che fa dell’istmo che collega la Sardegna all’isola dei gabbiani, una palestra perfetta per imparare ad andare in windsurf, kite e vela.
Corsi su misura per te. Da solo o in collettiva e, se invece sai già andare, puoi trovare tutta l’attrezzatura da noleggiare.
Il posto ti è piaciuto sicuramente... la tua lezione è finita, qua ora puoi rilassarti. Il Rupi’s chilling out prepara per te un aperitivo accompagnato da appetitosi stuzzichini e, se hai azzeccato la serata giusta magari ti puoi trattenere fino a notte fonda per la festa.
E se Porto Pollo oggi vi offre un mare piatto con un vento fotonico, dall’altra parte Rena Maiore o Cala Pischina verso sera quando magari gira un po’ a grecale diventano degli spot fantastici per il surf. Qua nessuna scuola ma sicuramente tanta gente appassionata ed esperta. Per informazioni chiedere al marco di casa...

Escursioni nell’arcipelago corso e di La Maddalena
Certamente dovete trascorrere una giornata nell’arcipelago più bello del mondo e scoprire le splendide e indimenticabili spiagge delle isole di Spargi, S.Maria, Budelli, Razzoli, Caprera oppure dell’’isola di Lavezzi in Corsica. Ogni giorno dal porto di Santa Teresa Gallura, Porto Pozzo, Palau imbarcazioni a vela o a motore partono per raggiungere queste mete. A voi la scelta. Caterina e Marco sicuramente vi daranno ottimi consigli.

PER TERRA
In mountain bike
Il territorio con il suo clima si presta anche per fare delle escursioni in mountain bike. Perchè non raggiungere la vostra spiaggia preferita proprio in bici per uno splendido tramonto? oppure organizzare una gita per i sentieri dell’isola di Caprera?
Senza andare molto lontano c’è poi da scoprire tutta la strada che arriva al nostro bed and breakfast e tutti i sentieri che da questa partono...
Se volete quindi noleggiare un mezzo a due ruote per essere più agili, potete andare da Dodo’s Rental, al resto ci penserà lui.

A piedi
Ho imparato a camminare da quando mi sono trasferita qui a vivere. Mi sono sentita trascinare dalla bellezza mai uguale di questi luoghi. Mai stanca ma sempre incuriosita dai colori e dalla luce che ti porta ad allungare la strada senza farti più fermare.
Le passeggiate che abbiamo scelto sono solo alcune, quelle che riteniamo più interessanti e diverse per tipologia .

Caresi.
La prima e doverosa escursione che vi proponiamo si trova presso lo stazzo di fronte, nel cuore del luogo appunto. Antonio Mannoni con l’associazione Pietremagiche Caresi per la salvaguardia del territorio, organizza escursioni all’interno dello stazzo con un percorso naturalistico, dove si possono osservare varie specie di piante e fiori del posto, un olivastro millenario ritenuto sacro dagli abitanti del luogo, la visita alle pietre magiche. Il tutto raccontando la cultura e le vecchie tradizioni della vita contadina negli stazzi galluresi.
Nella terza settimana del mese di luglio l’associazione in collaborazione al comitato l’Agliola di Caresi organizza la giornata della trebbiatura, con la degustazione di prodotti tipici locali.

Sentiero natura da Rena Maiore a Vignola
Seguendo una vecchia carrareccia che costeggia il mare, potete raggiungere la torre di Vignola partendo da Rena Maiore. Passando quindi per Rena di Matteu, Cala Pischina e Monti Russu.
Il sentiero vi consente di visitare l'intero margine costiero, tra arbusti di fitta macchia mediterranea, lembi di deserto, scogliere interrotte da piccoli lembi di spiagge.
L’intero sito, caratterizzato da un enorme varietà di ambienti, che ospitano un ricco insieme di specie animali e vegetali, oltre ad evocare immagini visive di forte emozione, é considerato, per la sua specificità ecologica e per l'eccellente stato di conservazione, sito di elevato pregio naturalistico modello di salvaguardia, riconosciuto a livello Europeo.

CapoTesta
La penisola di Capo Testa si trova a pochi km da Santa Teresa, un istmo di sabbia con due bellissime spiagge lo collega alla Sardegna. Si può effettuare l’intero giro a piedi ammirando il paesaggio dominato da sculture granitiche scolpite dalla magica mano del vento e del mare. La passeggiata che porta al faro, da cui si possono ammirare le Bocche di Bonifacio, ve lo consigliamo con una giornata di forte maestrale per poter assistere allo spettacolo dell’infrangersi delle onde grandi sugli scogli.

Batteria Ferrero La Mormorata
Proprio sull’estremità più a nord della Sardegna si trova la Batteria Ferrero, un insieme di postazioni belliche, trincee, caserme e luoghi per l’artiglieria, utilizzato durante la seconda guerra mondiale. La visita ne vale la pena uno spettacolo mozzafiato: davanti a voi tutte le Bocche di Bonifacio, le isole, la Corsica, nel loro splendore.
Da qui potete proseguire per una strada bianca che scende fino a la spiaggia della Marmorata di fronte agli isolotti, dove è’ facile trovare anche in agosto un angolino per stare soli.

Tomba dei giganti de Li Mizzani
La Tomba de Li Mizzani si trova per andare a Palau a monte Canu.
Le Tombe dei Giganti sono solo in Sardegna e sono sparse per tutta l'isola come i Nuraghi. Sono orientate sull'asse est-ovest con la stele e l'arco rivolti a est, come del resto, la maggioranza delle cattedrali romanico-gotiche. Si fa risalire la loro costruzione ad un periodo che va dal 1200 al 1000 avanti Cristo.
Dispensatrici di energia che si percepisce sdraiandosi o rimanendo davanti la tomba. La sensazione è molto bella: di ricarica, di pulizia della mente dai pensieri e, di senso di pace.
Il sito è in un angolo dove si respirano profumi di cisto e lentisco, accompagnati da aromi salmastri.
Anche questa è una visita alla quale non si può rinunciare.


example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group example_group